CEFALEA

Sintomi, cause e rimedi.

La cefalea è un dolore che interessacefalea sintomi cause-foto1 la testa (viso compreso) e talvolta il collo, è una patologia che spesso coinvolge il sistema nervoso e viene più comunemente chiamata mal di testa. La cefalea potrebbe essere causata da moltissimi fattori, e per curarla nella maniera più opportuna sarebbe utile risalire alla causa esatta. Nonostante ciò, la maggior parte delle volte può essere risolta con la somministrazione di alcuni analgesici.
La cefalea non sempre è primaria, a volte può infatti verificarsi come effetto secondario di un altro disturbo e viene perciò chiamata secondaria.
È un disturbo che colpisce più frequentemente adulti, giovani ed adolescenti, solo pochi bambini sotto ai dieci anni soffrono di mal di testa, inoltre questo è spesso dovuto a cause esterne, come all’utilizzo di un apparecchio per i denti.

SINTOMI

Oltre al tipico dolore alla testa, al volto e spesso al collo e alle cervicali, la cefalea presenta anche altri sintomi che però non sempre sono presenti. Tra i maggiori troviamo: nausea, vomito, capogiri, fonofobia, fotofobia, dolore al viso, agli occhi e ai denti, insonnia, febbre (molto rara).
In ogni caso la cefalea è caratterizzata principalmente da un forte dolore alla testa, che può avere natura sporadica oppure essere cronico (se si presenta per almeno 15 giorni al mese per almeno tre mesi consecutivi).
Le donne sono tendenzialmente più propense a soffrire di mal di testa, ma anche qui dipende dalla sua tipologia: la cefalea a grappolo è più diffusa tra gli uomini.

TIPOLOGIE

Tra le più frequenti forme di cefalea primaria troviamo:

  • Quella a grappolo: più frequente negli uomini tra i 20 e i 30 anni, è caratterizzata da intensi attacchi unilaterali (su un solo lato della testa), che si verificano a poca distanza tra loro e si localizzano soprattutto nella zona attorno all’occhio e allo zigomo. Talvolta l’intensità può far lacrimare l’occhio e abbassare la palpebra;
  • L’emicrania: solitamente si manifesta su un solo lato della testa, iniziando nei primi momenti nella parte frontale (attorno all’occhio), per poi spostarsi verso le tempie. Il dolore è forte e pulsante, talvolta può essere preceduta da problematiche che coinvolgono la vista (annebbiamento e restringimento del campo visivo): in queso caso viene detta emicrania con aura. L’emicrania può durare dalle poche ore fino a qualche giorno (circa tre). Può essere causata da stress, variazioni ormonali (come nel caso della sindrome premestruale), digiuno, alcol, insonnia. Questo mal di testa colpisce soprattutto le donne tra i 30 e i 40 anni;
  • La cefalea tensiva: il dolore si localizza su entrambi i lati della testa, è lieve ma continuo e talvolta si concentra anche nella parte frontale del capo. Questo tipo di mal di testa è abbastanza leggero e molto raramente causa episodi di nausea, è anche la tipologia più diffusa e viene solitamente scatenata da stress o da postura errata.

I tipi più frequenti di cefalea secondaria sono invece:

  • Mal di testa da sinusite: in questo caso il mal di testa è concentrato soprattutto nella zona della fronte, sopra al naso;
  • Mal di testa da cervicale: molto diffuso tra chi passa molto tempo al computer, in quanto viene accumulata grande tensione sulle spalle e sul collo.

CAUSE

Le cause della cefalea primaria sono molte e non sono sempre ben identificabili, spesso però sono riconducibili a uno stile di vita scorretto, tra le principali troviamo:

Desideri pubblicizzare i tuoi prodotti con un articolo sponsorizzato o con un banner sul nostro sito?

Scrivi a info@lasaluteprima.it per ricevere maggiori informazioni!

  • Stress;
  • Fumo;
  • Il consumo di certi alimenti (cioccolato, frutta secca, insaccati, fritti: in alcuni soggetti affetti da cefalea questi alimenti tendono a peggiorare il dolore);
  • Postura scorretta: spesso colpisce studenti e lavoratori che devono stare a lungo seduti davanti ai libri o al computer;
  • Digiuno prolungato;
  • Poche o troppe ore di sonno;
  • Colpo di calore;
  • Eccesso di alcol;
  • Odori intensi, rumori o luci molto forti.

Per quanto riguarda invece le cefalee secondarie, le cause possono spaziare da uno stile di vita scorretto a cause ben più gravi, come un trauma cranico o un tumore al cervello (che comunque si verificano in un numero limitatissimo di casi). Tra le più diffuse:

  • Sinusite;
  • Infiammazione delle cervicali;
  • Infezioni;
  • Febbre;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Problemi alla vista.

TRATTAMENTO FARMACOLOGICO E RIMEDI NATURALI

A seconda del tipo di mal di testa sono diverse anche le tipologie di trattamento, è perciò necessario che il medico stabilisca esattamente di quale tipo di emicrania soffre il paziente: solitamente, dopo essersi sottoposti ad un esame neurologico, è proprio il medico di base che, a seconda dei sintomi, stabilisce la tipologia di emicrania.
Come farmaci, per trattare queste tipologie di cefalee croniche, i più utilizzati sono: la fluoxetina, l’amitriptilina, il gabapentin, la tizanidina e il topiramato. Per quanto riguarda la cefalea a grappolo talvolta viene curata anche con l’utilizzo di elettrodi.
Per le cefalee più leggere o secondarie è invece consigliato l’utilizzo di normali analgesici, in grado di diminuire il dolore.

Per il mal di testa esistono però anche alcuni efficaci rimedi naturali, che aiutano ad alleviare i sintomi:

  • L’utilizzo di alcuni oli essenziali, come la lavanda o la menta, se massaggiati sulle tempie possono alleviare il dolore;
  • Tisane: le tisane rilassanti, come la camomilla, la valeriana, la melissa, possono aiutare a rilassare la muscolatura, a ridurre lo stress e l’insonnia;
  • Respirazione: una respirazione controllata può diminuire il dolore, in quanto, a volte, il mal di testa può essere peggiorato da uno scarso apporto di ossigeno;
  • Impacchi sulla fronte con acqua fresca;
  • Massaggio: massaggiare i punti dove si concentra maggiormente il dolore può aiutare ad alleviarlo;
  • Anche l’agopuntura potrebbe rivelarsi un metodo di guarigione o alleviamento del dolore piuttosto efficace, soprattutto per quanto riguarda le emicranie croniche.

Ti potrebbe interessare

  • ARGENTUM NITRICUMARGENTUM NITRICUM L' Argentum Nitricum si rivolge anche l’omeopatia, traendone dei benefici per l’organismo. Proprio sul suo uso come rimedio omeopatico ci concentreremo in questo articolo, cercando di […]
  • OSSICODONEOSSICODONE L’ ossicodone è definito come un oppiaceo semisintetico, solitamente usato come analgesico nelle terapie del dolore ai malati oncologici terminali o comunque è sottoposto all’interno di […]
  • IBUPROFENEIBUPROFENE L’ Ibuprofene è un principio attivo che appartiene alla categoria degli antinfiammatori non steroidei (FANS) e ha come effetto principale quello di ridurre la quantità di ormoni che […]

Desideri pubblicizzare i tuoi prodotti con un articolo sponsorizzato o con un banner sul nostro sito?

Scrivi a info@lasaluteprima.it per ricevere maggiori informazioni!

Al momento non ci sono commenti

Show Buttons
Hide Buttons