L' Eufrasia

Come usarla nell' omeopatia?

L’ eufrasia ha proprietà antinfiammatorie? L’ eufrasia può avere anche utilizzi nell’ omeopatia? L’ eufrasia è una pianta che conosce un largo e diffuso uso popolare nel trattamento delle affezioni oculari, uso che è comune a vari paesi europei, come si può facilmente intuire dal nome popolare attribuito all’ Eufrasia.

La pianta di eufrasia:

Nome comune: Eufrasia
Famiglia: Scrofulariaceae
Parte utilizzata: la pianta fiorita

COSTITUENTI PRINCIPALI DELLA EUFRASIA

  • numerosi iridoidi: aucubina, catalpolo, eufroside, ixoroside ecc.
  • lignani; glicosidi fenilpropanici; flavonoidi (glicosidi di quercetina e apigenina).
  • tannini (acido eufrasiotannico); acidi-fenoli.

eufrasia omeopatia proprieta usi foto1Attività principali: amaro-tonica; astringente ed antiinfiammatorìa; antisettica oculare.

Impiego terapeutico: raucedine, tosse; congiuntiviti, blefariti, orzaiolo ecc. (uso topico).

Di gusto spiccatamente amaro, era impiegata in passato come pianta eupeptica e digestiva. Attualmente tale indicazione è desueta, mentre la pianta rientra ancora nella formulazione di preparati impiegati in caso di tosse e raucedine.

Desideri pubblicizzare i tuoi prodotti con un articolo sponsorizzato o con un banner sul nostro sito?

Scrivi a info@lasaluteprima.it per ricevere maggiori informazioni!

L’ uso topico si deve alle proprietà astringenti, antiinfiammatorie e antibatteriche sostenute in particolare dalla presenza di iridoidi, flavonoidi e tannini..

Anche la vantata attività antiallergica sarebbe giustificata dalla presenza dell’ aucuboside.

L’ Eufrasia può essere vantaggiosamente utilizzata in collutorio o suffumigi per lenire le mucose infiammate o ulcerate (afte, mal di gola ecc.) In caso di coriza, raffreddore da fieno, rinorrea (“goccia al naso”) contribuisce notevolmente a diminuire la secrezione fino ad arrivare a bloccarla.

CURIOSITÀ SULLA EUFRASIA

  • L’ uso nelle affezioni oculari si baserebbe sulla teoria della signatura (Paracelso) in virtù dell’ occhio che appare sul fiore.
  • La pianta non viene citata dagli Antichi. È segnalata per la prima volta da S. Hildegarda che la consiglia nelle ferite e non per la cura degli occhi. Non a caso esistono in commercio diversi colliri per gli occhi proprio a base di eufrasia.

Ti potrebbe interessare

  • LICOPODIOLICOPODIO Lycopodium clavatum a cosa serve e proprietà? In omeopatia il licopodio lycopodium è indicato per le sue proprietà come rimedio omeopatico nella cura di problemi digestivi, epatici o […]
  • LA DROSERALA DROSERA La pianta di Drosera in omeopatia è usata per le sue proprietà antispasmodiche ed è indicata per calmare la tosse, risulta un valido rimedio in caso di pertosse e asma infatti da essa si […]
  • LAMIUM (ORTICA BIANCA)LAMIUM (ORTICA BIANCA) La pianta di ortica bianca lamium per merito delle sue proprietà è tradizionalmente impiegata per facilitare le funzioni di eliminazione renale, in quanto esercita una blanda attività […]

Desideri pubblicizzare i tuoi prodotti con un articolo sponsorizzato o con un banner sul nostro sito?

Scrivi a info@lasaluteprima.it per ricevere maggiori informazioni!

Al momento non ci sono commenti

Show Buttons
Hide Buttons

Su questo sito facciamo uso di cookies. I cookies tecnici sono obbligatori, ma tu puoi decidere se abilitare gli altri. Facendolo, ci aiuterai a offrirti un’esperienza migliore! Cookie Policy